Approvazione Relazione Semestrale al 30 Giugno 2017

APPROVAZIONE DEI RISULTATI
AL 30 GIUGNO 2017

 

Zephyro S.p.A. (“Zephyro” o la “Società”), operatore italiano di riferimento nel settore dell’efficienza energetica e nella fornitura di soluzioni integrate di energy management per strutture complesse, in Italia e all’estero, rende noto che il Consiglio di Amministrazione della Società, riunitosi in data odierna, ha esaminato e approvato la relazione semestrale al 30 giugno 2017 (la “Semestrale 2017”), predisposta sulla base dei principi contabili italiani.

Per una migliore lettura della Semestrale 2017 le informazioni economiche relative al primo semestre 2016 vengono presentate pro-forma, come se il conferimento del Ramo “Biomedicale” avesse avuto effetti contabili a partire dal 1 gennaio 2016.

La Semestrale 2017 evidenzia i seguenti valori:

  • Ricavi: Euro 34,1 milioni (Euro 37,9 milioni nel 1° semestre 2016*)
  • EBITDA: Euro 7,8 milioni (Euro 5,0 milioni nel 1° semestre 2016*)
  • Utile netto/perdita: Euro 0,7 milioni (Euro -0,2 milioni nel 1° semestre 2016*)
  • Posizione Finanziaria Netta: negativa per Euro 3,2 milioni (negativa per Euro 9,9 milioni al 30 giugno 2016 e positiva per Euro 7,9 milioni al 31 dicembre 2016)
  • Patrimonio Netto: Euro 60,3 milioni (Euro 62,8 milioni al 31 dicembre 2016)

 

Il Presidente Domenico Catanese commenta «Particolare soddisfazione per l’aumento del 56% dell’EBITDA. A seguito del processo di quotazione, la Società ha rafforzato il sistema di pianificazione e di controllo di gestione. Tale attività, pure in presenza di una coda di mercato ancora difficile, ha permesso di conseguire una rilevante ottimizzazione dei costi in linea con le previsioni di budget. Registriamo peraltro una inversione di tendenza nei ritardi di aggiudicazione degli affidamenti dei contratti da parte della Pubblica Amministrazione. L’effetto combinato dell’efficientamento dei costi e dello sviluppo prevedibile, rappresenta un incoraggiante segnale per gli anni a venire.»

 

Il decremento dei Ricavi risulta pari a Euro 3,8 milioni ascrivibile sostanzialmente alla riduzione netta del portafoglio, non compensata dalla mancata entrata a totale regime dei nuovi contratti e dal ritardo nell’aggiudicazione definitiva della convenzione Consip MIES2.

La diminuzione dei ricavi non si è tuttavia tradotta in una diminuzione proporzionale dei margini grazie all’importante azione di contenimento dei costi operativi che il management persegue con determinazione.

La positiva variazione della Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2017, rispetto al 30 giugno 2016, riflette l’andamento della Società e il momento di mercato.

LEGGI TUTTO